Curriculum

Angela Ales Bello

Professore emerito di Storia della Filosofia Contemporanea

Università Lateranense


Angela Ales Bello è professore emerito di Storia della Filosofia Contemporanea presso l’Università Lateranense, Roma; già Decano della Facoltà di Filosofia e già Professore a contratto presso la LUMSA, è Visiting Professor presso l’Università di San Paolo e la P. Università Cattolica di Campinas in Brasile e Professore invitato presso l’Università Antonianum, Roma. E’ Presidente del Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche con sede in Roma affiliato a The World Phenomenology Institute, Presidente della Società Internazionale di Fenomenologia della Religione e Direttore dell’Area Internazionale “Edith Stein e la filosofia contemporanea” presso l’Università Lateranense. Membro della Pontificia Accademia Teologica e della Commissione delle Cause dei Santi. Fra le sue più recenti pubblicazioni, per le Edizioni Castelvecchi ha curato Edith Stein, Vado per il mio popolo, 2013, Max Scheler, Il Pentimento, 2014 e con Marina Pia Pellegrino, l’antologia E. Stein e G. Walther, Incontri possibili. Empatia Telepatia Comunità Mistica. Presso lo stesso editore ha pubblicato Il senso delle cose. Per un realismo fenomenologico, 2013 e Il senso del sacro. Dall’arcaicità alla desacralizzazione nel 2014. Ha curato con N. Zippel la pubblicazione di Ripensando l’umano. In dialogo con Edith Stein (Castelvecchi, Roma 2015) e con F. Alfieri, Edmund Husserl e Edith Stein. Due filosofi in dialogo (Morcelliana, Brescia 2015). Presso l’editore Springer, (Dordrecht, Holland) sono stati pubblicati The Divine in Husserl and other Explorations (2010) e The Sense of Things. Toward a Phenomenological Realism (2015). Ha curato l’edizione italiana di E. Stein, Gli intellettuali, Castelvecchi, Roma 2015. Nel 2016 sempre presso l’Editore Castelvecchi di Roma è stato pubblicato Il senso dell’umano tra fenomenologia, psicologia e psicopatologia e nel 2017 Tutta colpa di Eva. Antropologia e religione dal femminismo alla gender theory.Nel 2019 ha curato la traduzione è il commento di E. Husserl, Il bambino: il sentire e il conoscere l’altro,Fattore Umano Edizuioni, Roma 2019 e ha raccolto una serie di saggi in Edith Stein tra passato e presente. Storia e teoresi, a cura di A. Ales Bello, Castelvecchi, Roma 2019. E’ co-curatrice della traduzione italiana delle Opere di Edith Stein. Numerose sono le sue pubblicazioni tradotte nella lingua spagnola e portoghese, fra le più recenti: Edmund Husserl – Pensar a Deus, creer en Dios (Editorial Biblios, Buenos Aires 2016) e Edmund Husserl – pensar Deus, creer em Deus, Paulus, São Paulo 2016).

Gaspare Mura

Professore emerito di Filosofia

Pontificia Università Urbaniana


Gaspare Mura, professore emerito di Filosofia della Pontificia Università Urbaniana (www.urbaniana.edu), dove ha ricoperto le cattedre di  Storia della filosofia antica, Filosofia della religione, Ermeneutica filosofica; è stato docente  di Ermeneutica filosofica presso le Pontificie Università Lateranense (http://www.pul.it/filosofi.htm) e della S. Croce (www.pusc.it). Direttore dell’ Istituto Superiore per lo Studio dell’ateismo della Pontificia Università Urbaniana, dell’ Urbaniana University Press e della rivista di Filosofia e Teologia Euntes docete , è stato altresì Direttore letterario della casa editrice Città Nuova di Roma (1966-1990), e dal 1993 al 2015 Consultore del Pontificio Consiglio della Cultura. Ha al suo attivo oltre 100 pubblicazioni dedicate alla filosofia ermeneutica, alla filosofia della religione ed allo studio del fenomeno religioso, che vengono ora raccolte nella collana degli Scripta Hermeneutica, editi dalla Lateran University Press, e di cui sono usciti i primi tre volumi: Ermeneutica e verità. Storia e problemi della filosofia dell’interpretazione (2016); Phronesis. Ermeneutica e filosofia pratica (2017); Logos, pathos, kairos. Contributi ermeneutici per la filosofia cristiana (2019). Attualmente è Presidente dell'Accademia di scienze umane e sociali (A.S.U.S.) di Roma (www.asusweb.it).

Giuseppe Martini

Psicoanalista

Società Psicoanalitica Italiana


Giuseppe Martini è psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana ed è stato primario psichiatra (dal 1993 al 2017) sia dei servizi territoriali che ospedalieri (SPDC Ospedale S. Spirito) del Dipartimento di Salute Mentale Roma 1. Ha insegnato presso le Scuole di specializzazione in Psichiatria di diverse Università italiane (Roma, Ancona, Chieti, Bologna), ha al suo attivo oltre centocinquanta pubblicazioni ed ha curato in qualità di editor svariati libri. E’ inoltre autore di cinque volumi, di cui quattro saggi: Ermeneutica e Narrazione (Torino, 1998), La sfida dell’Irrappresentabile (Milano, 2005), La psicosi e la rappresentazione (Roma, 2011) L’identità in questione. Saggio di psicoanalisi ed ermeneutica (in coll. con Vinicio Busacchi) (Milano, 2020) e un romanzo: Le storie infrante (Roma, 2016). Nella sua attività clinica si interessa particolarmente –sia da un punto di vista psicoterapico che farmacologico- del trattamento delle depressioni, dei disturbi di personalità e delle psicosi, incluse le schizofrenie; in ambito teorico il suo principale campo di interesse è inerente i rapporti tra psicoanalisi, psichiatria e filosofia ermeneutica.

Vinicio Busacchi

Professore associato di Filosofia Teoretica

Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia dell’Università degli studi di Cagliari


Vinicio Busacchi (n. 1975) è professore associato di Filosofia Teoretica al Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia dell’Università degli studi di Cagliari, con abilitazione ASN al ruolo di professore ordinario. Ha coordinato progetti nazionali di ricerca ed è cofondatore e codirettore della rivista Critical Hermeneutics. Biannual International Journal of Philosophy (ISSN 2533-1825). È nel comitato scientifico di diverse collane editoriali e di riviste, e membro del Laboratorio interdisciplinare LAPEF (Laboratorio di Psicoanalisi, Ermeneutica e Fenomenologia) in connessione al quale insegna nel Corso Seminariale di Psicologia Psicodinamica. Ha pubblicato oltre 150 lavori, di cui 16 sono libri. I suoi interessi di ricerca si focalizzano sull’ermeneutica filosofica, sulla questione della scientificità delle discipline storico-sociali, sulla teoria della psicoanalisi e sulla filosofia del Buddismo. Pubblicazioni principali: Libri Pour une herméneutique critique (Paris, 2013); La capacità di ognuno. Conoscenza, rappresentazione e persona in Paul Ricoeur (Roma, 2014); The Recognition Principle: A Philosophical Perspective between Psychology, Sociology and Politics (Newcastle, 2015); Habermas and Ricoeur’s Depth Hermeneutics: From Psychoanalysis to a Critical Human Science (Cham, 2016); Philosophy & Human Revolution: Essays in Celebration of Daisaku Ikeda’s 90th Birthday (Newcastle, 2018); Action, Intersubjectivity and Narrative Identity: Essays on Critical Hermeneutics (Newcastle, 2019). Con G. Martini, L’identità in questione. Saggio di psicoanalisi ed ermeneutica (2020). Curatele con G. Martini (a cura di), Tra immagine e parola. Passaggi e paesaggi, Fattore Umano Edizioni, Roma 2015 (ISBN 978-88-907-2285-1); con P. L. Lecis e P. Salis (a cura di), Realtà, Verità, Rappresentazione, Milano, 2015; con G. Costanzo (a cura di), Paul Ricœur e “Les proches”. Vivere e raccontare il Novecento, Cantalupa (TO), 2016; con P. L. Lecis, G. Lorini, P. Salis e O. G. Loddo (a cura di), Verità, Immagine, Normatività, Macerata 2017.