Quali regole per la relazione analitica? L’autodafé di Antonino Lo Cascio

Cristina Brunialti

Collana: Psiche e dintorni

pagine: 90
dimensioni: 15x21cm.
© 2021 Fattore Umano Edizioni
ISBN: 9788894476729

14,00

11 disponibili

Antonino Lo Cascio, allievo di Bernhardt, è stato uno dei primi analisti junghiani in Italia e uno dei pionieri che hanno contribuito allo sviluppo e alla diffusione della Psicologia Analitica nel nostro Paese

Il libro è un’‘intervista’ che la psicoanalista junghiana Cristina Brunialti rivolge al suo ‘maestro’
Emerge un dialogo che, in forma colloquiale, ‘leggera’ e informale, mette in luce i temi più caldi della pratica analitica, evidenziando l’estremo rigore con cui Lo Cascio parla di ‘tecnica’.

Il quadro che si profila è quello di un analista anziano, prossimo alla fine, che con schiettezza si confida sulle ‘ombre’ della pratica terapeutica e della formazione professionale.

Questo libro è anche un riconoscimento affettivo di una ‘discepola’ al suo maestro.


a cura di:

Cristina Brunialti

Prefazione di: Lorenzo Zipparri

Cristina Brunialti

Psicologa, psicoterapeuta, socia analista dell’AIPA (Associazione Italiana Psicologia Analitica) e membro dell’International Association for Analytical Psychology.

Antonino Lo Cascio (Palermo 1933 – Roma 2019)
Medico psichiatra, si è formato come allievo di Ernst Bernhard alla scuola junghiana, ha avuto successivamente esperienze freudiane e di gruppo.

Socio co-fondatore dell’A.I.P.A. (Associazione Italiana per lo studio della Psicologia Analitica), della quale è stato Presidente dal 1974 al 1978. Membro dell’International Association for Analytical Psychology.